lunedì 5 novembre 2018

VINI IMPORT - VINO PER TUTTI I GIORNI BIO !



MUREDA TINTO ECOLOGICO 2017


Anche questo un vino spagnolo importato in Repubblica
Dominicana.

Ottimo rapporto qualità/prezzo: circa 260 / 280 pesos dominicani,
e uve da agricoltura biologica, non impegnativo, ma piacevole…
per questo potrebbe accompagnare tranquillamenti i nostri pasti quotidiani !
Un vino "per tutti i giorni" !

Color rosso rubino impenetrabile, con unghia violacea, segno di gioventù.
Bouquet floreale di Iris, e fruttato di prugna, a tratti quasi vinoso. In
bocca subito sembra di bere un succo di frutta. Tannino levigato.
Non molto tannico. Fresco e succoso al palato, con scia di ribes rosso,
leggermente astringente.

********************
Muy buena relación calidad-precio: unos 260/280 pesos dominicanos,
y uvas de la agricultura ecológica, no desafiantes, pero agradables...
¡ Por eso podría acompañar nuestras comidas diarias!
UN vino  "for Everyday "!
Un impenetrable color rojo rubí, con una uña violeta, un signo de juventud.
Bouquet floral de iris, y ciruela frutal. En la boca de inmediato parece beber un zumo de fruta.
Tanino alisado.
No muy tánico. Fresco y jugoso en el paladar, con el rastro de grosella roja,
Ligeramente astringente.

giovedì 25 ottobre 2018

VINI IMPORT BIOLOGICI in Repubblica Dominicana: Coteaux du Rhone

Cuvée Fabre – AOP CÔTE DU RHONE ROUGE 2016 BIO
LA CAVE LES COTEAUX DU RHONE

Mis en boutilla a la proprietee.
Agricolture Biologique.



Vitigno: Grenache.
Titolo alcolometrico: 14%
(Medaille de Bronze Paris 2018 Concours General Agricole)

Bella etichetta, elegante nella sua semplicità.
Lo scelgo nello scaffale perchè noto subito la scritta  "Agricolture Biologique" e subito guardo la retroetichetta per verificare se c'è il simbolo della foglia verde che identifica i prodotti biologici ...
Perfetto ... lo proviamo !
Il prezzo è medio/basso... quindi va benissimo per  la mia ricerca sui vini import
'per tutte le tasche' qui in Repubblica Dominicana.
Rubino compatto, quasi impenetrabile, con una bella unghia quasi violacea, di un bel colore vivo, acceso, sintomo di una buona acidità.
Appena aperto, qualche puzzetta ... un po' di pazienza ...e arrivano le note di rovo,
liquirizia e ribes nero. Poi a sorpresa ricordi di smalto. In bocca è astringente con un tannino elegante. Caldo, ma nonostante i suoi 14 gradi di titolo alcolometrico, rimane abbastanza equilibrato.
Succoso al palato di susina rossa, tamarindo.
Ottimo rapporto qualità prezzo : 390 pesos  (circa 7 euro )

lunedì 8 ottobre 2018

DEGUSTAZIONE VINI ANTOLINI & CACAO FINCA HELENA Y OLIVO



 MAGGIO 2018 
-  Degustazione Vini della Cantina Antolini (Marano di Valpolicella) -
Sono passati un po' di mesi… ma è ancora vivo il ricordo di questa
degustazione che ho organizzato presso il Bar La Dolce Vita di Arcè, durante
il mio breve rientro in Italia e condotta con simpatia e professionalità dal
produttore Pierpaolo Antolini.




Serata interessante con una bella novità, in anteprima: 
Il Valpolicella Classico Superiore 2016, 
una piccola verticale di Amarone Classico della Valp. MOROPIO
(2013, 2011 e 2008) e un dolce finale con degustazione del Recioto della 
Valpolicella Classico abbinato a del CACAO puro proveniente direttamente 
dalla finca di Olivo e Helena che producono cacao e caffè a Las Terrenas 
(Penisola di Samanà - Repubblica Dominicana).

VALPOLICELLA CL.SUPERIORE 2016
Pierpaolo decide di produrre di nuovo il Valpolicella Classico Superiore; 
un tempo prodotto con leggero appassimento.
Avevo avuto il privilegio di degustarlo in anteprimissima in cantina mesi fa, 
ed ora si è ripresentata l'occasione per condividere questa chicca. 
Ed ecco che  quello che abbiamo nel bicchiere (annata 2016) è un 
Valpolicella con zero appassimento, da unico Cru, prodotto con sole uve 
corvina e corvinone destinate interamente a questo vino (quindi le uve migliori
di questo vigneto non vengono raccolte per produrre Amarone, ma vengono 
impiegate per produrre un Valpolicella Superiore di grande qualità). 
I vigneti sono situati a Marano, in una zona però prevalentemente argillosa. 
Il vino matura in botti molto vecchie in modo da ridurre al minimo l'impatto
col legno.
Rosso rubino, la buona trasparenza e la bella vivacità di colore, tipica dei
vini della zona di Marano della Valpolicella, ci raccontano molto sia sulla sua 
provenienza, sia sull'uvaggio, che esclude vitigni internazionali puntando

sull'uva principe corvina e sul corvinone. Bouquet intenso, note di ribes 
rosso e fiori viola. In bocca è fresco, la splendida beva invita ad un altro sorso, 
croccante il frutto. Un Valpolicella dalle grandi aspettative. Bravo Pierpaolo !


AMARONE della Valpolicella Classico MOROPIO  2013 (MAGNUM)
Spicca una bella ciliegia sotto spirito accompagnata con
eleganza da un mazzo di fiori viola e rossi. Bella beva
come la maggior parte dei vini Antolini, annata permettendo.

Scia tostata.
Matura in botti di rovere, castagno, ciliegio e in piccola parte in gelso.

AMARONE della Valpolicella Classico MOROPIO 2011

Rubino trasparente, con nuance granata. Petali di rosa macerati nell'alcol, 
acqua di rose. Note evolute di acetone accompagnate da soffi balsamici. 
Tannino  ben presente, caldo al palato, infiamma e scalda i cuori.
Lascia in bocca una lunga scia di liquirizia e genziana.
Un po' di botritis e lieviti spontanei per questo 2011. 

Matura in botti di rovere, castagno, ciliegio e in piccola parte in gelso.

AMARONE della Valpolicella Classico MOROPIO 2008 (MAGNUM)

L' Amarone tipico della Vallata di Marano non è mai troppo potente, si 

contraddistingue più per la sua eleganza che per la sua struttura.
Ed ecco che il 2008 ...è risultata una bellissima sorpresa... anche per 
Pierpaolo  che ne è rimasto entusiasta.
Dieci anni...! Con ancora tanta tanta vita...!
Elegante e complesso. Un vino non potente ma dal bouquet intenso, 
fine, che lascia cogliere splendide sfumature floreali (tipiche della zona 
di Marano ) oltre alle note fruttate di ciliegia e frutti rossi coronate da una 
leggera balsamicità. 
Un tannino nobile, levigato ma ancora vivo.
Un grande vino che il formato magnum ha saputo valorizzare al meglio ! 
Matura in botti di rovere, castagno e ciliegio.

In conclusione, la degustazione del CACAO puro, prodotto artigianalmente 
nella finca di OLIVO e Helena, che ho avuto il piacere di conoscere a 
Las Terrenas nella Penisola di Samanà.
Il frutto viene raccolto a maturazione, poi le fave vengono essiccate, tostate 
e poi macinate. Abbiamo provato l'abbinamento con questo cacao ed il Recioto 
della Valpolicella Classico 2015, prima con quello mescolato allo zucchero di
canna e poi quello puro senza zucchero e abbastanza tannico. 
Con il primo cacao, il vino ha retto bene il confronto, ma con il secondo sarebbe 
stato più appropriato un vino liquoroso. 
Goloso invece l'abbinamento con una crostata farcita con crema di amaretti
e ricotta, guarnita con scaglie grattugiate di cacao puro dominicano.



sabato 22 settembre 2018

Vini import spagnoli - RIOJA DOCa - Tempranillo



                           FEDERICO PATERNINA - Marques de la Concordia -
                                     RIOJA DOCa - MONTE HARO -  2016 



Continua il percorso alla scoperta dei vini import che troviamo sugli scaffali 
della grande distribuzione, ma anche in molti locali, qui in Repubblica 
Dominicana, ed in particolare a Las Terrenas.  Moltissimi sono i vini spagnoli importati,
che offrono in genere un ottimo rapporto qualità/prezzo.
Stasera nel calice abbiamo un vino rosso, un RIOJA DOCa
a base di tempranillo, il vitigno più rappresentativo della regione. 
La firma è quella di Federico Paternina, grande realtà che riunisce molti nomi come 
l'Hacienda Marques de la Concordia
Partiti da qui, dalla RIOJA baja, hanno poi iniziato a scoprire e produrre anche in altre 
interessanti zone vitivinicole.

Rosso rubino, vivace.
Stuzzica l'olfatto con un girotondo di note fruttate, fresche e croccanti; lamponi,
 more selvatiche e piccoli frutti scuri come mirtilli e bacche di ginepro.
 La buona acidità lo rende leggermente astringente al palato, ed il tannino è 
elegante  e setoso.
 Il titolo alcolometrico seppur elevato (13,5) è ben integrato.
Un vino di struttura, ma dalla splendida beva. Ottimo rapporto qualità/prezzo
 (circa 7 euro ).
Nella gamma dei vini "per tutte le tasche" direi che mi è piaciuto.
La denominazione RIOJA è suddivisa in 4 tipologie, questa degustata è 
quella che prevede la maturazione in botte più breve (meno di un anno) e che 
conserva maggiormente le note fruttate e croccanti.




venerdì 3 agosto 2018

VINI BIO -- ALSACE WINE --


CANTINA    ETIENNE SIMONIS


Continua il percorso alla scoperta dei VINI IMPORT in Repubblica Dominicana,
e nello specifico qui nella Penisola di Samanà.
Tra qualche delusione e qualche piccola soddisfazione…
finalmente uan BELLA SORPRESA ! Questo vino bianco alsaziano biologico
prodotto dalla cantina Etienne Simonis, che scopro con piacere essere
certificata bio dal 2011 ed abbracciare le tecniche e filosofie della biodinamica.
Ottimo rapporto qualità prezzo : 500 pesos dominicani (circa 9 euro)

L'Alsazia è una regione vitivinicola della Francia, famosissima  per i suoi vini
bianchi prodotti soprattutto con uve riesling, pinot bianco, gewurztraminer e
pinot gris.

Etienne Simonis produce una vasta gamma di vini, molti monovitigno,
ma ha anche una categoria chiamata Cuveè Insolites di cui fa parte il vino
degustato questa sera.

E' un assemblaggio di pinot bianco, chasselas, riesling ed una piccola 
percentuale di gewurztraminer.
Nel calice è color ORO, vivace. Scorza d'arancia, soffi di litchi e buccia
macerata, che poi ritorna anche in bocca, solleticano il naso. Accattivante
nota speziata che profuma d'oriente, curry e zafferano.
Interessanti e piacevoli note di lieviti.
In bocca equilibrato, buon rapporto tra morbidezza ed acidità.
Leggera astringenza quasi a masticare le bucce.

Lo abbinerei con un riso Thai  al curry (delicato non troppo forte),
saltato con  ananas e gamberi.





lunedì 19 marzo 2018

Bollicine in ROSA: CAVA ROSADO

...proseguendo negli assaggi dei vini importati qui in 
Repubblica Dominicana,
non poteva mancare un bicchiere di Rosè... la mia scelta è caduta sul
CAVA  Brut Rosado Origen della famosa cantina
VALLFORMOSA.
Torniamo quindi in Spagna ! ... o meglio in Catalunya !

Tenendo sempre ben presente che sono Metodi Classici di una fascia
medio/bassa,con ottimo rapporto qualità/prezzo, non ci aspettiamo fuochi
d'artificio, o di cadere in estasi... ma siamo alla ricerca di un buon calice
che sappia stuzzicare palato e fantasia accompagnando con eleganza
qualche piatto, esaltandone le doti senza procurarci mal di testa il giorno
dopo...


CAVA,  è una denominazione di origine, che indica vini spumanti prodotti 
con il metodo champenoise (rifermentati in bottiglia) in Catalunya. Ricordo
che in Italia arrivavano soprattutto i Cava prodotti con uvaggio di macabeo,
parellada, xarel-lo.
Qui in Repubblica Dominicana invece si trovano molti rosè sugli scaffali delle
enoteche e dei supermercati.
Il Cava Rosado è prodotto da uve Garnacha e Monastrell. 
Il Cava che abbiamo nel bicchiere è un dosaggio un po' alto per i 
miei gusticioè un Brut di circa 11 gr/l di zucchero residuo... ben 
compensato, per fortuna, da una giusta acidità e sapidità che lo rendono 
equilibrato e piacevole.

Il colore litchi brillante ha subito catturato il mio sguardo, il perlage 
è fine, elegante, persistente. Direi femminile il bouquet e delicato, apre 
con un floreale di rosa canina, tocchi di agrume dolce e note di piccoli 
frutti rossi.
Poco più di 12 mesi sui lieviti, è giocato più sul varietale e sul frutto che 
sulle tipiche note di lievito e crosta di pane di certi spumanti più evoluti.
Il sorso è fresco accompagnato da una buona sapidità. 
Chiude con una scia di mandarino cinese. 

Abbinamento perfetto con platano fritto e cosce di pollo ruspante cotto 
al forno.



sabato 10 febbraio 2018

BERTAGNA - MONTEVOLPE ROSSO Alto Mincio Igt  - 2014 


Stasera si beve italiano... in veranda... fronte piscina con la brezza frizzante
adatta a questo bicchiere di vino rosso... anche se siamo ai Caraibi... !
Alto Mincio Igt Bertagna - MonteVolpe Rosso 2014 -
Uvaggio: merlot, cabernet, corvina.
Rosso rubino impenetrabile, con una corona vivace che si accende roteando
il calice. Il bouquet apre su note di rovo e piccoli frutti scuri, in primis la mora,
poi fanno capolino note di prugna e floreali di viola e ciclamino. Scia balsamica
soffusa, radice di liquirizia, genziana, rabarbaro. Il sorso seduce come una
carezza, vellutato sul palato, caldo (14,5% di titolo alcolometrico), rivela un
tannino elegante e ben domato pur conservando una piacevole freschezza.
Entra morbido lasciando però una scia fresca, con ritorni di confettura di
ribes rosso e arancia tarocco. Buona persistenza, lungo il ricordo.
Un vino da consigliare anche per San Valentino... ormai alle porte... da
sorseggiare lentamente... scalda il cuore ed accende i sensi.